Chiesa di S. Maria Assunta

Chiesa di S. Maria Assunta, interno

San Pietro sulla facciata
ricerca | mappa
| home
ita | fra | eng | esp
contattaci | copyright

Approfondimenti :: Schede correlate

Galleria video

No video

Galleria foto

immagine didascalia

Chiesa di S. Maria Assunta


immagine didascalia

Chiesa di S. Maria Assunta, interno


immagine didascalia

San Pietro sulla facciata


Chiesa dei Gesuiti o S. Maria Assunta

Il progetto di costruzione di S. Maria Assunta (o dei Gesuiti come la chiamano i veneziani) nacque, sulle fondamenta della chiesa dei Crociferi, dopo una lunga lotta di potere tra l’ordine dei gesuiti e il governo veneziano. All’inizio del ‘600, per la designazione del patriarca di Venezia, i gesuiti si schierarono dalla parte del papa e furono per questo espulsi dalla città. Il pontefice colpì allora Venezia con l’Interdetto. Solo nel 1657, ristabiliti i buoni rapporti tra Venezia e la Chiesa Romana, la Compagnia di Gesù fu riaccolta. La chiesa di S. Maria Assunta, di un barocco sfarzoso, fu edificata tra il 1715 e il 1730 sul modello della Chiesa del Gesù di Roma. L’interno è impreziosito dalle pareti che danno l’illusione di essere coperte da tappezzerie damascate, per via delle geniali decorazioni a intarsio di marmi colorati, simili a grandi pieghe di tessuto. “Tessuto” che fa da cornice a due capolavori: sopra il primo altare a sinistra si può ammirare Il Martirio di San Lorenzo (1555 ca.) di Tiziano, a suo tempo descritto dallo storico d’arte Hugh Honour come “il primo vero notturno nella storia dell’arte”; nel braccio sinistro del transetto risalta l’Assunta (1554-55) di Tintoretto.

1600 - 1700  -   CANNAREGGIO - rev. 0.1.22

[-A] [+A]

Venezia e le sue lagune

patrimonio dell'umanità: dialogo di culture, quale futuro?

crediti | help