La facciata palladiana.

La chiesa di San Francesco della Vigna, interno.

Vergine col Putto, Santi e Donatore, 1507, Giovanni Bellini.

La chiesa di San Francesco della Vigna, particolare interno.

Interno della chiesa di San Francesco della Vigna.

Chiostro dell'attiguo monastero.

Veduta dal chiostro.
ricerca | mappa
| home
ita | fra | eng | esp
contattaci | copyright

Approfondimenti :: Schede correlate

Galleria video

No video

Galleria foto

immagine didascalia

La facciata palladiana.


immagine didascalia

La chiesa di San Francesco della Vigna, interno.


immagine didascalia

Vergine col Putto, Santi e Donatore, 1507, Giovanni Bellini.


immagine didascalia

La chiesa di San Francesco della Vigna, particolare interno.


immagine didascalia

Interno della chiesa di San Francesco della Vigna.


immagine didascalia

Chiostro dell'attiguo monastero.


immagine didascalia

Veduta dal chiostro.


San Francesco della Vigna

La chiesa che sorge in Campo San Francesco della Vigna prende il nome dalle vigne di proprietà di Marco Ziani, figlio del Doge Pietro, che prosperavano in questo luogo. Il terreno fu poi lasciato nel 1253 ai frati Minori che curarono la costruzione di una prima chiesa. Nel 1534, voluta dai francescani, iniziò la costruzione della chiesa attuale su progetto di Jacopo Sansovino seguendo alcune regole della Qabbalah. La facciata, commissionata dal patriarca di Aquileia, fu disegnata dal Palladio. L'interno austero presenta lavori di Paolo Veronese, di Bellini e di frà Giovanni da Negroponte. Nell’attiguo Monastero, costituito da due grandi chiostri, uno dei quali adibito a cimitero, sono sepolti molti nobili veneziani. Oggi i due chiostri sono spesso utilizzati per concerti, esposizioni temporanee e padiglioni della Biennale d’Arte.


1500  -   CASTELLO - rev. 0.1.21

[-A] [+A]

Venezia e le sue lagune

patrimonio dell'umanità: dialogo di culture, quale futuro?

crediti | help